Factor Investing: Equal Weighted

Proseguiamo con gli approfondimenti sull’investimento fattoriale e precisamente con una strategia basata sulla equa ponderazione ovvero l’Equal Weighted.

Possiamo distinguere tra diversi tipologie di indici:

  • Indici equally weighted: questi sono caratterizzati dall’uguaglianza dei fattori di ponderazione per tutti i titoli che compongono l’indice. 
  • Indici price weighted: in questo caso il peso associato ad ogni titolo varia in funzione del suo prezzo. Essi sono molto semplici da calcolare in quanto sono dati dalla semplice somma dei prezzi dei titoli che compongono l’indice. Tali indici, tuttavia, hanno lo svantaggio di non rispecchiare correttamente l’andamento dell’intero portafoglio: infatti vengono rappresentati maggiormente i titoli più “costosi”, a prescindere dal numero di azioni presenti e dalle dimensioni della società; (es: Dow Jones)
  • Indici value weighted: Questi risolvono i problemi dei precedenti in quanto il peso di ciascun titolo risulta proporzionale alla sua capitalizzazione di borsa. Al contrario delle altre metodologie di calcolo, in questo caso gli indici vengono aggiustati e rettificati a seguito di operazioni societarie quali frazionamenti, raggruppamenti, pagamento di dividendi straordinari, scissioni, assegnazioni gratuite o nuove emissioni a pagamento. (es: S&P500, DAX30).
  • Indici di sostenibilità: Questi indici, nati nella finanza anglosassone, sono ormai molto diffusi e pesano ciascun titolo secondo principi alternativi ai criteri economici. (SRI – ESG)
  • Indici Risk Weighted: Pesi basati sull’inverso della varianza storica
  • Indici ponderati per il PIL : Pesi basati sul PIL nominale

Ci sono una serie di ragioni per cui l’equa ponderazione può essere una soluzione interessante:

  • Evitare di concentrare una parte eccessiva del portafoglio in pochi titoli di grandi dimensioni: la ponderazione per la capitalizzazione di mercato può comportare che gran parte del portafoglio si concentri in pochi nomi.
  • Ottenere una maggiore esposizione alle azioni a capitalizzazione più piccola: per costruzione, le azioni con capitalizzazione di mercato inferiore ottengono pesi inferiori in uno schema di ponderazione rispetto alla capitalizzazione di mercato.
  • Costruire un ribilanciamento disciplinato che tenga conto ritorno verso la media dei rendimenti azionari: un portafoglio ponderato per la capitalizzazione di mercato si evolve naturalmente e in teoria non deve mai essere ribilanciato (se i componenti del portafoglio rimangono costanti). I portafogli di uguale ponderazione vengono ribilanciati a una frequenza scelta e tendono a vendere i vincitori recenti e ad acquistare i perdenti recenti.

Vediamo come ha funzionato questa strategia a confronto con l’indice mondiale Classico:

Indice World Vs Factor Equal weighted
Rischio e rendimento Indice World Vs Factor Equal weighted

L’andamento dei due indici è molto simile e la correlazione è tra le più alte (0.97) vi sono però dei periodi in cui le performance dei due si discostano, vediamoli meglio:

performance relativaIndice World Vs Factor Equal weighted

Possiamo notare la grande sottoperformance alla fine degli anni ’90 della strategia Equal Weight e quella più modesta degli ultimi anni. Questi due periodi sono caratterizzati da una grande performance di pochi titoli e una grande concentrazione negli indici americani. Le prime 10 aziende pesavano al 31/12/2020 il 28% dell’indice S&P500 (come evidenziato qui), mentre al 31/3/21 siamo al 27.4%. Si nota un piccolo recupero della strategia Equal weight dopo molto tempo.

Se osserviamo l’extrarendimento della strategia sui 5 anni annualizzato è rimasto positivo fino al 2015, ma se ci fosse una deconcentrazione dell’indice USA (principale componente del World) la strategia potrebbe continuare il suo recupero rispetto all’indice World, in effetti dal 2000 al 2012 è stata premiante e dal 2012 al 2018 abbastanza neutra.

Rendimento rolling Indice World Vs Factor Equal weighted

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e riceverai le notifiche per i nuovi articoli (di solito 2 a settimana):


Investire tramite ETF

Non esistono molti ETF equal weight, tra questi ne indico alcuni sulle diverse aree geografiche.

etfTickerISINTERdividendi
Ossiam STOXX Europe 600 Equal Weight NR UCITS ETF 1C (EUR)S6EWLU05996131470,35%Accumulazione
VanEck Vectors Global Equal Weight UCITS ETFTGETNL00096902210,20%Distribuzione
Xtrackers S&P 500 Equal Weight UCITS ETF 1CXDEWIE00BLNMYC900,25%Accumulazione

Abbiamo già parlato dell’indice World e dello S&P500, perciò come ETF prenderò in considerazione l’Ossiam STOXX Europe 600 Equal Weight rispetto a un prodotto pesato per la capitalizzazione come l’Xtrackers STOXX Europe 600 UCITS ETF 1C (XSX6: LU0328475792).

Rischio e rendimento Europa Stoxxx600  Vs Factor Equal Weighted

Per quanto riguarda l’Europa, intesa come Stoxx600 sembra che la strategia Equal weight dia risultati più costanti nel tempo.


Alcuni articoli per approfondire il tema del Factor investing :

7 pensieri su “Factor Investing: Equal Weighted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...