Il decollo del VIX

Giovedì 11 giugno 2020 abbiamo assistito ad una esplosione del VIX pari a +47% a corollario di un -5.74% dello S&P500. L’indice VIX rappresenta una misura della volatilità prevista del mercato azionario statunitense, calcolata partendo dai prezzi delle opzioni call e put sull’indice S&P 500.

Il VIX è una delle misure di volatilità più famose, conosciuta anche come l’indice della paura, in realtà rappresenta il costo relativo alle opzioni, se vogliamo semplificare rispecchia quanto i venditori di opzioni (che decidono i prezzi) valutino la volatilità futura del mercato.

Dal 1990, cioè quando esiste il VIX, quella del 11 giugno è stata la maggior escursione dell’indice in un giorno ed è inoltre la di quest’anno che faccia parte della classifica delle prime 20.

AnnoN° variazioni tra le prime 20
19902
19911
19941
20071
20111
20131
20152
20162
20172
20182
20205
fonte Compound

Possiamo notare che dal 2011 abbiamo avuto il 75% delle maggiori variazioni giornaliere e solo nel 2020 il 25% del totale, come tutto il periodo compreso tra il 1990 e il 2010.

Tutto questo è casuale o è amplificato dalla possibilità di investire direttamente sul VIX con future (dal 2004), opzioni (dal 2006) o ETN (dal 2009) ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...